Il Distretto integrato di economia sociale – area Marche nord. Andare oltre la crisi.

Riproponiamo un piccolo saggio sull’economia sociale che parte da un’esperienza reale.  Lo troviamo ancora abbastanza attuale. 

L’intervento parte da una serie di dati esperienziali e deduttivi collegati allo sviluppo di un  percorso reale ed attuale di promozione dell’economia sociale. Attraverso un lavoro di action-research all’inizio del 2014 è stato dato il via una delle esperienze più significative a livello europeo in questo campo. Il DIESMN sta coinvolgendo circa 60 enti locali, oltre ad un panel trasversale di decine di attori istituzionali e non istituzionali (piccole e medie imprese locali, associazionismo e volontariato, imprese e cooperative sociali, associazioni di categoria, università e centri di ricerca scientifica, sindacati). Ci riferiamo ad un’area di circa 400 mila abitanti che rappresenta, di fatto, un grande laboratorio di pratiche e di studio attorno al tema dell’economia sociale che può fornire contributi ed indicazioni a livello nazionale ed europeo. A un anno dalla partenza, alla fine della fase costituente, siamo in grado di condividere una serie di dati e di riflessioni sistematiche che riguardano le potenzialità e le criticità di un percorso che sta entrando in una fase di progettazione continua e di programmazione di sistema finalizzate a valorizzare  prevalentemente le risorse pubbliche dell ’Unione Europea (fondi strutturali, fondi ad accesso diretto, etc.)  per promuovere un modello condiviso di sviluppo locale sostenibile.

Sfoglia il paper

Il_Distretto_integrato_di_economia_socia

da |2018-11-08T12:06:23+00:0023 ottobre 2018|Categories: Abitare i territori|Tags: |

About the Author:

Martina Eduardo Pedone