novomodo finanza

Nel decennale della crisi economico-finanziaria che ha sconvolto il mondo e che ancora lascia i suoi pesanti condizionamenti sociali, ambientali ed economici sui cittadini di molti paesi europei e del mondo, i partner di Novo Modo si propongono di svolgere una riflessione e di proporre un confronto sui temi delle possibili alternative economiche ad un sistema di economia finanziarizzata che ha mostrato di non essere capace di mantenere le proprie promesse di crescita e sviluppo. L’Europa è ancora l’epicentro di questa crisi e di una possibile prospettiva.

Dopo le roboanti dichiarazioni di grandi cambiamenti all’indomani dello scoppio della bolla finanziaria (“Niente sarà più come prima!”, “La finanza deve tornare ad essere sotto controllo!”), tutto è rimasto come prima della crisi, salvo il riprodursi di bolle speculative, l’aggravarsi delle sofferenze bancarie, i meccanismi di salvataggio degli istituti in crisi sulle spalle dei bilanci dello Stato. Nessun serio tentativo di regolamentazione è stato fatto a livello europeo e decisamente si è smarrita ogni spinta riformista: la tassa sulle transazioni finanziarie in Europa è arenata da anni tra veti incrociati e scetticismi; di separazione banche commerciali e banche di investimento non se ne parla più; nonostante la riprovazione pubblica, i derivati sono arrivati a livelli record e a nessuno dei paradisi fiscali è stato posto qualche serio limite. specifiche su cui ritorneremo a breve.

Scarica il position paper